Fare esercizio fisico? Un toccasana per il nostro cervello!

Fare esercizio fisico? Un toccasana per il nostro cervello!

L’esercizio aerobico può migliorare la funzione della memoria e mantenere la salute del cervello che peggiora con l’avanzare dell’età.

Ecco ciò che è emerso da un nuovo studio pubblicato sulla rivista NeuroImage ef effettuato dai ricercatori dell’Istituto Nazionale di Medicina Complementare australiana della Western Sydney University e della Divisione di Psicologia e Salute Mentale dell’Università di Manchester nel Regno Unito.

Il cervello e gli studi precedenti

La salute del cervello peggiora con l’avanzare dell’età, con una diminuzione media di circa il 5% ogni decennio dopo i 40 anni.

Studi sui topi hanno costantemente dimostrato che l’esercizio fisico aumenta le dimensioni dell’ippocampo, ma fino ad ora le prove nell’uomo sono state incoerenti.

Lo studio attuale

Sono stati ora esaminati gli effetti dell’attività aerobica su una regione del cervello chiamata ippocampo, fondamentale per la memoria e altre funzioni cerebrali.

I ricercatori hanno statisticamente esaminato 14 studi clinici nei quali vi erano le scansioni cerebrali di 737 persone prima e dopo programmi di esercizio aerobico.

Il campione dello studio

I partecipanti agli studi erano misti: adulti sani, persone con lieve deficit cognitivo come l’Alzheimer e persone con diagnosi clinica di malattie mentali inclusa depressione e schizofrenia. Le età andavano da 24 a 76 anni con un’età media di 66 anni.

I ricercatori hanno esaminato gli effetti dell’attività aerobica, tra cui cyclette, passeggiate e corsa su tapis roulant. La durata degli interventi variava da tre a venti mesi con più sessioni settimanali.

I risultati

I risultati hanno mostrato che l’esercizio ha fatto aumentare significativamente la dimensione della regione sinistra dell’ippocampo nell’uomo.

L’autore principale Joseph Firth ha affermato che lo studio fornisce alcune delle prove più definitive fino ad oggi sui benefici dell’esercizio fisico per la salute del cervello.

Le considerazioni

“Quando ti alleni produci una sostanza chimica chiamata fattore neurotrofico derivato dal cervello (BDNF), che può aiutare a prevenire il declino correlato all’età riducendo il deterioramento del cervello”, ha affermato Firth.

“I nostri dati hanno dimostrato che i principali benefici del cervello sono dovuti all’esercizio aerobico che rallenta il deterioramento delle dimensioni di tale organo. In altre parole, l’esercizio può essere visto come un programma di manutenzione per il cervello.”

Le conclusioni

Il sig. Firth ha concluso affermando che, migliorando l’invecchiamento regolare e “sano”, i risultati possono avere implicazioni per la prevenzione delle malattie neurodegenerative legate all’invecchiamento come l’Alzheimer e la demenza. Sono tuttavia necessarie ulteriori ricerche per confermarlo.

Fonti:

http://nicm.edu.au/news/exercise_increases_brain_size,_new_research_finds

http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1053811917309138?via%3Dihub

 

The following two tabs change content below.

Redazione Sanifutura

Redazione