Il nuovo viagra naturale: la Maca…la radice della potenza

Il nuovo viagra naturale: la Maca…la radice della potenza

Siamo in un’epoca nella quale il “potere” economico impera. L’«avere» ha purtroppo scalzato l’«essere» in quanto manifestazione profonda dell’esistenza.

Quindi l’affermazione IO HO, sembra diventare più importante dell’IO SONO, ma nell’ordine naturale delle cose manifeste questo falso valore non può risultare veritiero su molti piani esistenziali.

Il contesto

I tempi veloci, le richieste continue di elevate performance lavorative, i pensieri relativi alla competizione in campo relazionale, sportivo e quant’altro hanno creato una dimensione inversamente proporzionale nell’ambito dell’autostima e del valore potenziante che ognuno ha. Per cui oggi è sempre più sentita  l’equazione: “se non raggiungo… non ho… quindi non valgo, di conseguenza non ho potere”.

L’espressione sessuale

Nell’uomo, come nel mondo animale, il piano del potere si esercita anche con l’espressione sessuale e la capacità di seduzione o più precisamente con la “carica energetica creativa”.

La maca

Gli antichi lo sapevano molto bene, infatti nel lontano periodo Inca della sperduta Bolivia e Perù, gli sciamani ed i guerrieri utilizzavano un tubero che è arrivato  qui in Occidente da poco: LA MACA. Era conosciuta come “dono degli Dei” in quanto le sue proprietà risultavano innumerevoli e veniva utilizzata solo da pochi eletti per aumentare l’energia fisica e quella sessuale proprio in occasione di alcuni riti sia di tipo propiziatorio, sia con finalità belliche. Donava vigore, forza, energia, vitalità, benessere sopra ogni altro rimedio.

Pianta medicinale

È infatti una pianta medicinale completa che, se assunta, garantisce effetti curativi su tanti aspetti ed è definita un SUPER-FOOD, poiché ricchissima di minerali con proprietà straordinarie per garantire alle popolazioni andine la possibilità di sopravvivere alle condizioni estreme del luogo in cui vivono. Si definisce adattogena perché la radice stessa deve misurarsi con una buona dose di stress per garantire la propria sopravvivenza, ecco dunque che sostiene anche il sistema nervoso centrale, modulando il sistema immunitario. Per modulazione si intende che viene alzato laddove è carente ed abbassato nella misura in cui siano presenti delle risposte eccessive. È ricchissima di rame, ferro, potassio, manganese, calcio, sodio, magnesio zinco, fosforo, oligoelementi necessari alla riduzione della fatica cronica, al miglioramento della tonicità muscolare e cardiaca. È un potenziante della memoria ed anche del tono dell’umore ed avendo una parte proteica importante (il 10%) possiede proprietà anabolizzanti. È un riequilibrante ormonale ed inibisce anche la caduta dei capelli, rinforzandoli. In poche parole è potenza pura. Essendo un alimento, la polvere di questo tubero può essere assunta sia come estratto secco (in capsule), sia aggiunta in bevande calde e fredde, frullati  ed anche in farine per farne dei dolci.

Rinvigorente generale 

La Maca viene definita il “viagra” peruviano poiché aumenta il livello di testosterone, la spermogenesi e combatte la disfunzionalità erettile, ma in ogni caso non deve essere assunta solo al bisogno, bensì utilizzata come rinvigorente generale per lunghi periodi, quindi può essere d’aiuto anche per il genere femminile.

Poiché in verità anche le donne, in uno stato di equilibrio emotivo/psico/fisico/energetico, esercitano meglio il loro potere, sia nella sua forma seduttiva, sia in quella  materna nella quale l’essenza femminile intesa  come “matrix di vita”, si rivela al mondo.

Fonte:

Seminari informativi di nutraceutica