Perché le persone gentili sono spesso più intelligenti

0
555 views
Esiste un forte legame tra gentilezza e intelligenza

Secondo gli esperti, esiste un forte legame tra gentilezza e intelligenza. Essere in grado di stare nei panni di qualcun altro, capirli e prendersene cura mantiene il tuo cervello più attivo.

Le persone gentili hanno un cervello più “sano”

Secondo una ricerca condotta dal famoso neuroscienziato Richard Davidson, la gentilezza rende i cervelli più “sani”. 

Le persone gentili hanno grandi capacità emotive e sociali

È stato notato che l’intelligenza emotiva è più potente dell’intelligenza in generale. Le persone gentili comprendono bene le emozioni e, di conseguenza, sono in grado di connettersi facilmente con gli altri e se stesse.

Pensano profondamente alle loro azioni e conseguenze

Ascoltare gli altri e voler collaborare è qualcosa che fanno le persone con un’intelligenza emotiva elevata. Le persone gentili hanno migliori capacità decisionali, in quanto sono in grado di prevedere le emozioni e i comportamenti di altre persone.

Rendono il mondo un posto migliore

Non costa nulla essere simpatici, ma piccoli atti di gentilezza fanno molto! 

Secondo uno studio, il “caldo bagliore della gentilezza” è reale e attiva la rete di ricompensa del nostro cervello, facendoci sentire estremamente felici e soddisfatti.

Probabilmente è più facile chiudere gli occhi su tutto e preoccuparsi solo di te stesso. Ci vuole coraggio e un grande cuore per trovare il  tempo per aiutare gli altri. Chiama i tuoi nonni, chiedi a un vecchio amico come sta, fai un sorriso a chi incontri. 

Avere un QI elevato non significa che tu sia un genio. Comprendere gli altri e avere empatia è in realtà più importante. 


Fonti:
https://bbhi.cat/en/la-base-dun-cervell-sa-es-la-bondat-i-es-pot-entrenar/
https://www.forbes.com/sites/nickhobson/2018/01/30/9-things-emotionally-intelligent-people-do-differently/#7929f2003024
http://www.sussex.ac.uk/broadcast/read/46037

The following two tabs change content below.
Avatar

Redazione Sanifutura

Redazione
158 Condivisioni