fbpx
Bimbi

Come stimolare la curiosità di tuo figlio e migliorare le sue abilità

Diversi studi hanno sottolineato che lavorare allo sviluppo di schemi di linguaggio aiuta i bambini ad avere più successo a scuola.

Per ogni bambino, il vocabolario e la struttura della frase sono molto importanti nei primi anni di sviluppo. Uno dei modi migliori per coinvolgerli in una conversazione più profonda e significativa è iniziare a parlare con loro utilizzando risposte dettagliate.

I bambini curiosi hanno grandi risultati

La curiosità è ciò che ha aiutato molti scienziati a fare scoperte e, allo stesso modo, potrebbe aiutare i bambini ad avere più probabilità nel raggiungere grandi risultati quando si tratta di problemi di lettura e matematica. Aiutare tuo figlio a interessarsi di più a cose diverse lo aiuterà a migliorare.

C’è una differenza tra una spiegazione semplice e una dettagliata

Quando un bambino riceve risposte brevi,  farà sempre meno domande e per questo non sarà in grado di saperne di più. Aggiungere dettagli alla tua spiegazione coinvolgerà te e tuo figlio in una conversazione più lunga e tuo figlio si concentrerà meglio sull’argomento.

Ecco un semplice esempio che puoi usare per vedere la differenza. Immagina che tuo figlio ti chieda: “Perché piangi?” La tua risposta non dovrebbe essere: “Anche gli adulti piangono“, poiché questo interromperà immediatamente la conversazione. Invece, puoi dire: “Mi sono fatta male al dito del piede” e molto probabilmente la conversazione continuerà con “Come hai fatto?” o “Fa molto male?” o “Come posso aiutarti?” … e così via.

Imparerete entrambi cose nuove se sarete aperti a condividere maggiori dettagli

Molti genitori, quando gli vengono poste domande,diventano ansiosi perchè pensano: “E se non avessi le risposte?” Bene, puoi fare ricerche insieme a tuo figlio

Non c’è niente di sbagliato nel dire “Non lo so”. Tuttavia, quando dici a tuo figlio che non hai idea di cosa stia chiedendo, non fermarti qui, digli: “Scopriamolo insieme“. Questo ti aiuterà ad imparare cose nuove e interessanti e ti aiuterà a dare il buon esempio .

Il consiglio: smetti di parlare “a” tuo figlio e inizia a parlare “con” lui

Fonti:

https://www.nature.com/articles/s41390-018-0039-3

Giornalista
Laurea in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche e dottorando presso l'Università Campus Bio-Medico di Roma.

Le immagini pubblicate nel sito sono tratte da Google Image e Pexels.com selezionando esclusivamente quelle per cui è indicato esplicitamente l'assenza di diritti o la solo richiesta di Credit. Per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio (nessun contrassegno del copyright) e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all'indirizzo info@novalbit.com perché vengano immediatamente rimossi.

0 Condivisioni