fbpx
Bimbi

Depressione post parto: anche i papà ne soffrono

Nel corso degli ultimi anni sempre più studi hanno dimostrato che a soffrire di depressione post parto sono anche i neo papà. Quali sono i sintomi da tenere sottocchio? Quali le possibili cause? Come poter intervenire?

 

Se fino a poco tempo fa gli studi sulla depressione post parto erano strettamente legati alla figura femminile della donna, oggi è largamente riconosciuto come anche i neo papà ne soffrono.

 

I numeri della depressione post natale negli uomini

Il 10% dei neopapà è colpito dalla depressione dopo la nascita del proprio piccolo. Questo quanto emerso dai risultati di due ricerche di respiro internazionale, che hanno indagato in che modo il disturbo si manifesta e chi ne è colpito.

In particolare, i papà soffrirebbero di depressione post natale soprattutto tra i tre e i sei mesi di vita del bambino, per alcuni questo periodo si prolunga nel corso del primo anno di vita del bambino.

 

I principali sintomi

  • Senso di inadeguatezza
  • Stato di tristezza e abbattimento
  • Desiderio di isolamento
  • Insonnia o disturbi del sonno
  • Senso di colpevolezza immotivata

 

Anche per l’uomo la nascita di un figlio, oltre che ad essere un momento di gioia, rappresenta un cambiamento, un momento di transizione verso una nuova identità, un nuovo ruolo. Questa ricostruzione del sé può provocare nell’uomo un malessere psico-fisico, che solitamente si manifesta con la depressione.

 

Quali le possibili cause?

Il rischio di depressione post parto nei papà è correlato a molteplici cause.

Uno studio innovativo, condotto dall’Università del Michigan, ha dimostrato come prima e dopo la nascita del bambino ci sono cambiamenti negli ormoni maschili.

Altri studi confermano invece come, aver sofferto in passato di depressione o di disturbi legati all’ansia, aumenta la possibilità di rivivere questo stato una volta nato il proprio figlio.

Altre ricerche ancora sottolineano il legame tra depressione e la propria storia individuale: rapporti difficili con i genitori, separazione traumatica…

Ma anche le preoccupazioni economiche, il senso di esclusione dal rapporto mamma-bambino, la scarsa comunicazione con la propria partner possono portare i neo papà ad isolarsi ed estraniarsi dalla nuova vita famigliare.

 

Come aiutare i neo papà?

Non solo dare loro un supporto psicologico, ma sostenersi a vicenda nella coppia per consentire anche all’uomo di trovare un nuovo equilibrio nel suo ruolo di padre e compagno.

 

Chi è più a rischio?

La maggior parte degli uomini che soffrono di depressione post natale sono dei professionisti, che hanno dai 35 ai 37 anni e che sono alle prese con il primo figlio.

 

Depressione post parto maschile in Italia

Anche se in Italia la depressione post parto è un fenomeno ancora poco esplorato – gli uomini sono i primi a non averne piena coscienza o ad avere timore di chiedere aiuto quando ne soffrono – nuove ricerche sono in campo per meglio comprenderlo e per dare supporto ai neogenitori.

 

Fonti per approfondimento:

Even Expectant Dads Experience Prenatal Hormone Changes

 

Fathers can get new baby depression too

 

Dépression paternelle du post-partum : revue de la littératurePaternal postpartum depression: A review

 

An Integrative Review of Paternal Depression

 

Antenatal and postnatal mental health: clinical management and service guidance

Le immagini pubblicate nel sito sono tratte da Google Image e Pexels.com selezionando esclusivamente quelle per cui è indicato esplicitamente l'assenza di diritti o la solo richiesta di Credit. Per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio (nessun contrassegno del copyright) e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all'indirizzo info@novalbit.com perché vengano immediatamente rimossi.

53 Condivisioni