fbpx
Sport

Esercizio fisico sul posto di lavoro: aumenta anche la produttività

Ognuno di noi in media passa 3500 giorni della sua vita lavorando. Questo rende il lavoro il luogo ideale dove incoraggiare l’attività fisica.

Uno studio fatto in Germania ha dimostrato come i dipendenti migliorino la loro forma fisica, mentale e addirittura come aumenti la loro produttività facendo almeno 150 minuti di attività fisica moderata alla settimana.

A Londra invece un altro studio realizzato negli anni 50 sugli autisti di autobus ha evidenziato come la sedentarietà aumenti il rischio di malattie cardiovascolari.

Alcuni hanno riscontrato miglioramenti dell’apparato cardio-circolatorio diminuendo rischi di malattie cardiovascolari, mentre altri hanno avuto come esito benefici sulle sindromi metaboliche e un aumento della produttività lavorativa.

Il nuovo studio

Un nuovo studio, pubblicato su Lancet Public Health, è stato effettuato in Germania su 314 impiegati che hanno seguito un programma “lifestyle” della durata di 6 mesi dove i partecipanti dovevano svolgere almeno 150 minuti settimanali di esercizio fisico di moderata intensità. 

Ebbene i risultati  hanno rilevato che rispetto al gruppo di controllo c’è stato un miglioramento generale della loro salute, anche se meno di quello presupposto, e un miglioramento nella loro produttività.

Dopo questi risultati incoraggianti gli scienziati hanno pensato come fosse possibile replicare questo successo su scala più ampia ma non sono ancora stati in grado di capire la complessità delle motivazioni e cosa contribuisca a fare in modo che le persone non lascino il programma.

La conclusione comunque è che l’esercizio fisico fa bene e migliora non solo la forma fisica ma agisce anche sul benessere mentale.

Quindi bando alla pigrizia!

Fonti:

https://www.independent.co.uk/life-style/british-people-work-days-lifetime-overtime-quit-job-survey-study-a8556146.html

https://www.who.int/dietphysicalactivity/WHOWEF_report_JAN2008_FINAL.pdf

https://www.thelancet.com/journals/lanpub/article/PIIS2468-2667(19)30075-1/fulltext

https://ijbnpa.biomedcentral.com/articles/10.1186/1479-5868-9-128

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20577058

Giornalista
Laurea in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche e dottorando presso l'Università Campus Bio-Medico di Roma.

Le immagini pubblicate nel sito sono tratte da Google Image e Pexels.com selezionando esclusivamente quelle per cui è indicato esplicitamente l'assenza di diritti o la solo richiesta di Credit. Per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio (nessun contrassegno del copyright) e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all'indirizzo info@novalbit.com perché vengano immediatamente rimossi.

134 Condivisioni