fbpx
Esercizio fisico e alimentazione,Gestire lo stress

Ho caldo, sono nervosa, dormo male…sarà la menopausa?

La menopausa è spesso attesa come una liberazione dai fastidi legati al ciclo mestruale. Non ne possiamo più di assorbenti, di pancia gonfia e di mal di testa! Finiranno prima o poi! Le mestruazioni scompaiono, i fastidi legati al ciclo anche, ma subito ci rendiamo conto che la sospirata menopausa è forse il periodo più delicato della vita di noi donne.

Vediamo insieme quali sono i mutamenti che il nostro corpo subisce in questo particolare momento fisiologico e come affrontare le problematiche legate alla menopausa.

Quando si può parlare di menopausa

Innanzitutto definiamo che la menopausa consiste nella fine dei cicli mestruali e quindi del periodo fertile, per esaurimento della funzione ovarica.

Si può parlare di menopausa quando il ciclo mestruale manca da 12 mesi. Il periodo che precede tale momento viene definito premenopausa, quello che lo segue viene chiamato postmenopausa.

L’insieme di queste tre fasi è detto climaterio.

L’età media di insorgenza della menopausa è attorno ai 51 anni (tra i 48 e i 52), ma non sono rare menopause precoci o tardive.

I primi segnali

Già alcuni mesi prima della cessazione delle mestruazioni si osservano delle alterazioni del ciclo mestruale. Si possono avere mestruazioni ravvicinate e abbondanti oppure molto distanziate tra loro. In questo periodo le ovaie cessano la loro attività e nel sangue diminuisce la quantità di estrogeni, gli ormoni fino ad allora prodotti dalle ovaie.

Cosa succede quando calano gli estrogeni

La diminuzione degli estrogeni può provocare nella donna alcuni disturbi e sintomi di varia natura. Sono poche le fortunate che non hanno provato le fastidiose ed imbarazzanti vampate di calore!

Quelle antipatiche sudorazioni profuse che spesso sono precedute da un arrossamento del viso e del collo!

Il calo degli estrogeni porta a soffrire anche di palpitazioni e tachicardia e, ancor peggio, di sbalzi della pressione arteriosa.

Molte donne in questo delicato momento lamentano dei disturbi del sonno. Fanno fatica ad addormentarsi o si svegliano spesso durante la notte.

Se in questo periodo siete particolarmente irritabili oppure siete sopraffatte dall’ansia e il vostro umore è instabile, sappiate che è sempre colpa del calo degli estrogeni.

Quando calano gli estrogeni, quali sono i rischi per la nostra salute?

Le conseguenze più importanti legate al calo degli estrogeni sono l’aumento del rischio cardiovascolare e le patologie osteoarticolari.

Fino alla menopausa le donne corrono un rischio cardiovascolare inferiore a quello degli uomini perché gli estrogeni garantiscono una minore quantità di colesterolo nel sangue.

I rischi per la salute in questo delicato periodo, sono legati anche all’aumento di peso che la maggior parte delle donne ha in menopausa. I dati parlano di un aumento di 0,5-0,7 kg all’anno già a partire dai 40 anni.

Alcune donne possono arrivare ad accumulare anche 7 o 10 kg nel periodo della premenopausa.

Il metabolismo basale rallenta e si ha un aumento della massa grassa ed una diminuzione della massa magra.

Attenzione non è soltanto una questione estetica perché il sovrappeso è riconosciuto come uno dei fattori di rischio per il diabete, le malattie cardiovascolari, l’osteoporosi ed osteoartrosi.

Alimentazione e menopausa

Anche a Spazio Donna-Expo Milano, organizzato dal Ministero della salute, si è dibattuto sul tema “L’alimentazione in menopausa” .

L’argomento è stato trattato dalla Prof.ssa Rossella E. Nappi, del Centro di Ricerca per la Procreazione medicalmente Assistita, Endocrinologia Ginecologica e Menopausa, Clinica Ostetrica e Ginecologica, IRCCS Policlinico San Matteo, Università degli Studi di Pavia.

“…la carenza estrogenica condiziona, insieme all’età, un rallentamento del metabolismo in generale…una distribuzione del grasso corporeo a mela, cioè a livello della cintura, una sede tipica del sesso maschile, che comporta maggior rischio cardio-vascolare…”

“…Le più recenti linee guida della Società Internazionale della Menopausa indicano la necessità di una restrizione calorica da attuare unitamente ad un aumento dell’attività fisica…”

“…consumo di alimenti ricchi di sostanze ad azione simil-estrogenica…”

Quali alimenti privilegiare?

Nel nostro carrello della spesa non devono mancare gli alimenti integrali, poiché sono ricchi di fibre, vitamine e sali minerali.

I cibi che vengono incontro alle esigenze della donna in menopausa sono quelli che contengono ormoni naturali come: i semi di lino, il tofu, la salvia, il finocchio, i fagioli, il rafano, il the verde.

Frutta e verdura vanno mangiate in abbondanza tutti i giorni, privilegiando la verdura fresca condita con succo di limone e poco olio. La frutta e la verdura sono in grado di fornire vitamine e sali minerali , indispensabili per lo svolgimento delle complesse trasformazioni metaboliche.

Gli ortaggi verdi e gialli forniscono fibre, ferro, vitamine A, B1, B2, PP, C. Gli agrumi e i pomodori forniscono soprattutto vitamina C.

Qualche consiglio

Le verdure che non possono essere consumate crude, vanno cotte preferibilmente al vapore e condite con un po’ d’olio extravergine a crudo e con del succo di limone, ricco di vitamina C.

 La frutta è meglio mangiarla alla mattina o come spuntino.

Il principio guida deve essere la moderazione, togliendo dalla nostra tavola i grassi in eccesso e i cibi troppo salati.

Fonti:

https://guna.com/it/guna-lifestyle/menopausa-quali-sono-le-principali-problematiche/

https://www.salute.gov.it/portale/donna/dettaglioContenutiDonna.jsp?id=4485&area=Salute%20donna&menu=prevenzione

https://www.cibum.eu/la-menopausa-aumento-di-peso-e-rischio-cardiovascolare/

https://www.epicentro.iss.it/obesita/pdf/territorio/lombardia/monza%20e%20brianza/dispensa%20consultorio.pdf

https://www.salute.gov.it/portale/expo2015/dettaglioEventoExpo2015.jsp?id=326

Laureata in Lettere, freelance
Laureata in Lettere, freelance.

Le immagini pubblicate nel sito sono tratte da Google Image e Pexels.com selezionando esclusivamente quelle per cui è indicato esplicitamente l'assenza di diritti o la solo richiesta di Credit. Per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio (nessun contrassegno del copyright) e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all'indirizzo info@novalbit.com perché vengano immediatamente rimossi.

0 Condivisioni