Sentirsi più giovani dell’età fa bene alla mente

Sentirsi più giovani dell’età fa bene alla mente

Sentirsi più vecchi della propria età potrebbe essere il segno che è necessario cambiare il proprio stile di vita.

Il cervello è l’organo più complicato del nostro corpo. Mentre i neuroscienziati sono abbastanza certi di ciò di cui certi emisferi del cervello sono responsabili, altre cose rimangono un mistero, come il motivo per cui alcune persone sviluppano l’Alzheimer.

Ma quello che è certo è che mantenere il cervello giovane e in salute è vitale e utile per tenere lontani gli effetti dell’invecchiamento.

Secondo una nuova ricerca, pubblicata sulla rivista Frontiers in Aging Neuroscience, potrebbe esserci un altro segreto per mantenere il cervello giovane, che ha a che fare con la mentalità.

I benefici del sentirsi giovani

Jeanyung Chey, della Seoul National University in Corea, ha voluto indagare il legame tra l’età cerebrale soggettiva e quella reale. Ha pertanto reclutato 68 persone in buona salute, di età compresa tra 59 e 84 anni, e ha effettuato risonanze magnetiche per analizzare la quantità di materia grigia in diverse aree del cervello.

Dalle risonanze è emerso come il volume della materia grigia delle zone del cervello associate a linguaggio, parola e suono, fosse maggiore proprio in coloro che avevano una mentalità più giovanile.

Inoltre, le persone che affermavano di sentirsi più giovani della loro età avevano più probabilità di ottenere un punteggio migliore in un test di memoria, oltre che essere meno soggetti a eventi di depressione.

Abbiamo scoperto che il cervello delle persone che si sentono più giovani ha le caratteristiche strutturali di un cervello più giovane“, ha detto Chey in una dichiarazione.

Una questione di mentalità

I ricercatori non sanno con certezza se le caratteristiche dell’avere un cervello più giovane siano responsabili o meno dell’età soggettiva. Ma ipotizzano che coloro che si sentono più anziani siano più consapevoli del processo di invecchiamento del loro cervello.

Un’altra possibile spiegazione è che le persone che si sentono più giovani e che sono impegnate in più attività fisica e mentale, conducono una vita generalmente più stimolante, che migliora la loro salute del cervello.

Viceversa, coloro che si sentono anziani possono essersi rassegnati all’avanzare dell’età e hanno smesso di essere così agili e sprezzanti, cosa che influisce sulle loro capacità cognitive.

I consigli di Chey

Sentirsi più vecchi rispetto alla propria età, potrebbe essere un segno per valutare il proprio stile di vita, le abitudini e le attività che potrebbero contribuire all’invecchiamento del cervello e prendere misure per una migliore cura della salute del cervello“, ha detto Chey.

Leggi la ricerca qui » https://www.businessinsider.com.au/herpes-may-play-a-role-in-developing-alzheimers-disease-2018-6

The following two tabs change content below.

Redazione Sanifutura

Redazione