Trucchi per un perfetto colloquio di lavoro

Trucchi per un perfetto colloquio di lavoro

La capacità di presentarsi correttamente è un’abilità importante, soprattutto durante un colloquio di lavoro. Questo perché i recruiter non tengono conto solo della tua professionalità ed esperienza, ma anche di altri aspetti. 

A parte le tue abilità, ci sono anche alcune tecniche psicologiche che possono aiutarti a ottenere il lavoro dei tuoi sogni più velocemente e più facilmente. Ecco alcuni suggerimenti:

Esiste un momento perfetto per fare un colloquio

Psicologi e reclutatori esperti hanno trovato il momento perfetto per un colloquio di lavoro: martedì dalle 10 alle 15. In questo giorno e in questo orario, hai le migliori possibilità di fare una grande impressione sul tuo datore di lavoro ed ecco perché: il lunedì è un giorno difficile per tutti e il dipartimento delle risorse umane non fa eccezione. Il venerdì, tutti pensano al fine settimana. Quindi, il tempo che puoi usare a tuo vantaggio è nel mezzo della settimana, purché non sia la mattina molto presto.

L’abbigliamento è fondamentale

Il colore dei tuoi vestiti ha un grande impatto sul modo in cui le altre persone ti vedono. Ad esempio, se indossi un abito blu o marrone, significa che sei un candidato serio. L’unico colore che respinge automaticamente i datori di lavoro all’unanimità è l’arancione

Ma il colore non è l’unica cosa da tenere a mente.

Non dimenticare i collant. I sondaggi mostrano che un piccolo dettaglio come questo è in realtà importantissimo! 

E un’altra cosa sui tacchi alti: psicologicamente, le persone alte sembrano leader e professionisti. 

Attrazione per somiglianza

In psicologia, esiste un termine noto come rinforzo positivo – è un piacevole risultato della volontà di una persona di continuare a fare qualcosa. Puoi usare questo effetto a tuo vantaggio.

Il rinforzo può essere molto diverso (come denaro o elogi) ma quando cerchi un lavoro, avrai bisogno di attrazione per la somiglianza. Anche il datore di lavoro più rigoroso si fida inconsciamente della persona in cerca di lavoro se scopre di avere qualcosa in comune con loro come hobby, gusto dell’abbigliamento, musica o libri. Anche se non sei il candidato perfetto, l’attrazione per la somiglianza ti farà guadagnare più punti.

Le parole che non dovresti mai dire

Alcune parole sono come bandiere rosse per i datori di lavoro. Gli psicologi hanno persino condotto uno studio speciale e hanno scoperto che parole come “mi piace” ed esitazioni riducono significativamente le possibilità di trovare un lavoro.

Tuttavia, questa regola funziona solo se il reclutatore ha più di 30-40 anni. I giovani cacciatori di teste sono meno esigenti riguardo al vocabolario che usi.

Un sorriso può rovinare un’impressione, anche se sei un professionista

Ai recruiter non piacciono le persone che hanno un sorriso molto ampio. E non è che siano cattivi, è puramente psicologico. Si ritiene che una persona che sorride troppo spesso sia meno seria.

L’unico tipo di lavoro in cui le persone sorridenti hanno un vantaggio è quando lavorano con le persone (come nelle vendite, ad esempio). In tutti gli altri campi, i cacciatori di teste vogliono avere una persona con una faccia seria.

Un trucco intelligente per rispondere alle domande del CV

Nelle grandi aziende, i recruiter devono fare molte interviste di lavoro e sono tutti uguali. I futuri dipendenti risponderanno alle domande che si aspettano di sentire, quindi l’intervista finisce per essere troppo fluida e perfetta. Alla fine, tutti i cercatori di lavoro sono esattamente gli stessi agli occhi dei reclutatori. Ma c’è un segreto.

Rompi la monotonia e dì: “Lasci che le dica qualcosa che non è nel mio CV.” Questa frase prenderà  il reclutatore alla sprovvista e ti farà vedere in una luce totalmente diversa.

L’ascolto riflessivo

A tutti piace quando qualcuno li ascolta attentamente. I reclutatori non fanno eccezione. Gli psicologi raccomandano di usare la tecnica chiamata ascolto riflessivo. È una strategia comunicativa che prevede 3 passaggi: ripetere, concordare e aggiungere. Non puoi semplicemente ascoltare e annuire, devi far sapere alla persona che hai capito le informazioni.

Anche ciò che stai facendo mentre aspetti il ​​colloquio di lavoro influenza il risultato

Durante un colloquio di lavoro, ogni piccola cosa è importante: verrai guardato anche quando aspetti che inizi il colloquio. I reclutatori esperti non raccomandano di parlare al telefono o di bere caffè. 

È meglio avere una mano destra libera per poter rispondere alla stretta di mano del cacciatore di teste. Puoi fare una piccola chiacchierata con la segretaria o leggere alcune riviste mentre aspetti.

Speriamo che questi suggerimenti possano esservi utili per cercare ed ottenere un nuovo lavoro. In bocca al lupo! 

https://www.tandfonline.com/doi/abs/10.1080/00224545.2014.972312?journalCode=vsoc20

https://www.glassdoor.com/blog/5-tips-times-schedule-interview/

https://www.thebalancecareers.com/should-you-wear-pantyhose-to-job-interviews-or-work-2064240

https://study.com/academy/lesson/what-is-reflective-listening-definition-examples.html

The following two tabs change content below.
Avatar

Redazione Sanifutura

Redazione