fbpx
Bimbi

Non esistono prove ufficiali che un moderato consumo di alcool in gravidanza sia dannoso per il bambino.

Dalla natura i rimedi per combattere infezioni e rinforzare il sistema immunitario

Non esistono prove ufficiali che un moderato consumo di alcool in gravidanza sia dannoso per il bambino.

Alle donne allarmate dalle linee guida che raccomandano l’astinenza totale dall’alcool in gravidanza bisognerebbe dire che secondo un nuovo studio ci sono poche prove dell’effetto dannoso di una piccola dose di alcool sul feto.

L’anno scorso una nuova guida del NHS in Inghilterra ha raccomandato alle donne di non bere assolutamente, ma secondo gli autori di un nuovo studio l’80% delle donne di Regno Unito, Irlanda, Nuova Zelanda e Australia continua a consumare alcolici perché siccome la metà delle gravidanze non è pianificata molte donne continuano a consumare alcool prima di venire a conoscenza del loro stato.

Il nuovo studio

Sebbene ci siano prove evidenti del fatto che bere troppo alcool in gravidanza danneggi i bambini nel grembo materno, lo studio dei ricercatori dell’Università di Bristol ha rilevato che ad oggi sono stati condotti pochi studi su un consumo moderato di alcool (due/quattro 4 piccole dosi a settimana).

Nonostante la distinzione tra il bere moderatamente e l’astinenza completa sia il punto di maggiore tensione e confusione per gli operatori sanitari e le donne incinte e contribuisca a consigli e orientamenti inconsistenti ora e in passato, il nostro studio mostra che questa specifica domanda non viene studiata a fondo, se non del tutto, “scrivono nel diario aperto di BMJ.

Senza le prove, è impossibile dire se bere piccole quantità sia sicuro o meno. Senza dubbio non bere alcolici durante la gravidanza è l’opzione più sicura, ma alle donne dovrebbe essere detto che sono state fatte poche ricerche su un consumo di alcool moderato, ma comunque è da tener presente che l’assenza di prove non è prova di assenza.

La parola agli esperti

Un approccio precauzionale è ancora ragionevole, ma con la fortuna questo dovrebbe dissipare ogni senso di colpa e ansia provato da donne che bevono un bicchiere di vino occasionale durante la gravidanza.”

Il dott. Christoph Lees, lettore clinico di ostetricia all’Imperial College di Londra, ha dichiarato che lo studio mostra la debolezza delle prove dietro la guida ufficiale “Mentre è possibile che bere moderatamente sia associato a un rischio leggermente più elevato di avere un bambino piccolo, ci sono altre possibili spiegazioni. Sarà una sfida importante per i responsabili per i messaggi sulla salute pubblica trasmettere consigli che spieghino quanto siano solide o meno le prove “.

Il professor Russell Viner del Royal College of Paediatrics and Child Health ha una prospettiva diversa sullo stesso studio. “Questa ricerca conferma che sulla base delle prove attuali è impossibile dire cosa costituisce una quantità sicura di alcool che una donna può bere”.

Il mio consiglio alle donne è che è meglio non bere affatto se sei incinta oppure stai programmando una gravidanza. Bere regolarmente anche piccole quantità potrebbe essere dannoso e dovrebbe essere evitato, in linea con l’approccio precauzionale “.

Justine Roberts, fondatrice e CEO di Mumsnet, ha accolto lo studio: “A differenza del messaggio contro il fumo, che sembra essere universalmente creduto, anche se non sempre rispettato, le donne incinte sono un po’ scettiche riguardo al consiglio sull’alcool e tendono ad essere piuttosto realistiche sui probabili effetti del consumo occasionale di alcool e non vedono il punto di soffermarsi sulle quantità che hanno bevuto prima di venire conoscenza del loro stato “.

Fonte:

https://www.theguardian.com/society/2017/sep/11/little-evidence-that-light-drinking-alcohol-in-pregnancy-is-harmful-say-experts#img-1

Le immagini pubblicate nel sito sono tratte da Google Image e Pexels.com selezionando esclusivamente quelle per cui è indicato esplicitamente l'assenza di diritti o la solo richiesta di Credit. Per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio (nessun contrassegno del copyright) e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all'indirizzo info@novalbit.com perché vengano immediatamente rimossi.

12 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *