Alcool test sballato a causa dei disinfettanti per le mani

Alcool test sballato a causa dei disinfettanti per le mani

Ogni tanto si può esagerare anche con l’ossessione per l’igiene, è fondamentale lavarsi le mani ma allo stesso tempo non bisogna abusarne, soprattutto oggi dove sono a disposizione molti igienizzanti per le mani utilizzabili in ogni situazione.

Dalla pubblicazione di un recente studio ora c’è una ragione in più per non abusarne: l’alcool test.

Già, sembrerebbe non centrare nulla ma i recenti risultati di uno studio pilota sperimentale hanno mostrato come le particelle volatili di alcol contenute negli igienizzanti per le mani possa determinare dei falsi positivi nell’alcool test.

Attenzione a chi somministra il test

Si, perchè i risultati parlano chiaro: il falso positivo è causato dalle mani igienizzate di chi somministra il test, il poliziotto, non dal malcapitato guidatore. E poichè spesso i poliziotti hanno a che fare con ogni tipo di persone e situazioni può essere indicato l’uso di un igienizzante per le mani.

I risultati arrivano dal Dipartimento della Salute e dei Servizi Anticipati del Missouri dove sono state testate 65 persone sobrie con degli etilometri standard. Agli operatori che sottoponevano l’alcool test venivano prima fatte igienizzare le mani con un classico disinfettante gel facendo sfregare le mani fino a quando non erano asciutte. Solo dopo scartavano il boccaglio monouso tenendolo in mano mentre le persone si sottponevano al test, replicando così la situazione tipo che avviene con la polizia.  

Quasi il 40% dei test sono risultati nulli

I risultati finali sono stati veramente eclatanti: il 10% dei test iniziali ha prodotto un falso positivo rilevando alcool in persone sobrie ma nel 31,5% dei test si è concluso con codice di errore, in quanto la presenza di vapore alcolico che si emanava dalle mani aveva mandato in tilt le misurazioni.

Cosa fare per evitare questi errori

In un secondo test si è verificato che basta aspettare cinque minuti tra il momento in cui si igenizzato le mani e quello in cui si somministra il test per non avere più questi falsi positivi.  

Ma presi insieme questi risultati indicano la necessità di adeguare le pratiche comuni in modo che le persone non vengano accusate ingiustamente di essere ubriache.

“Sarebbe consigliabile formare i funzionari per quanto riguarda questa possibilità e se possibile aggiornare metodologie per la raccolta di risultati del test alcol respiro”, sostengono i ricercatori.

Resta sempre valido che quando si può è sufficiente lavarsi le mani con acqua e sapone.

Fonte
https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1111/1556-4029.13691

The following two tabs change content below.
Avatar

Redazione Sanifutura

Redazione