Un cocktail di farmaci ha allungato la vita negli animali

Un cocktail di farmaci ha allungato la vita negli animali

Un team di scienziati a Singapore ha testato combinazioni sperimentali di diverse sostanze sul verme Caenorhabditis elegans ed ha scoperto che alcuni cocktail costituiti da farmaci già esistenti potrebbero sia rallentare gli effetti dell’invecchiamento sia aumentare significativamente la longevità degli animali.

“Abbiamo dimostrato come sia possibile raggiungere un allungamento della vita agendo contemporaneamente su diversi percorsi e meccanismi di invecchiamento attraverso l’utilizzo di specifiche combinazioni di farmaci” scrivono i ricercatori della National University of Singapore (NUS) e del Yale-NUS College.

 

Lo studio

Il verme Caenorhabditis elegans viene spesso usato negli studi sull’invecchiamento perché la loro breve durata di vita li rende facili da monitorare.

Anche se apparentemente potrebbe non assomigliare a noi, a livello genetico questi vermi presentano molte analogie con la genetica umana, tali per cui rappresentano un valido modello per studiare come le varie interazioni chimiche interagiscano all’interno del corpo.

In questo caso i ricercatori volevano vedere come i farmaci ,che sono già noti per aumentare la longevità negli animali, potrebbero vedere potenziati i loro effetti se combinati con altre sostanze.

La rapamicina

Viene utilizzata nei trapianti per favorire l’accettazione del nuovo organo dal corpo, ha dimostrato di aumentare la durata della vita dei moscerini della frutta, dei topi e dei nematodi.

“L’idea centrale del nostro lavoro è che bersagliando diversi sottoinsiemi della rete di regolazione genica, che controlla l’invecchiamento, sia possibile gestire geni e meccanismi che normalmente non sono influenzati da nessuno dei due farmaci isolati” spiegano gli autori nel loro articolo.

 

I Risultati

Nella loro serie di esperimenti i ricercatori hanno utilizzato oltre alla rapamicina anche i composti rifampicina, psora-4, metformina e allantoina ed hanno scoperto che un cocktail di almeno due di questi farmaci aumentava la durata della vita nei vermi in modo più efficace rispetto a quando i farmaci venivano usati singolarmente.

Se si combinavano non più due ma tre composti i risultati miglioravano ulteriormente fino quasi a raddoppiare la longevità.

 

Conclusioni

Siamo ancora molto lontani dal provare questo tipo di cocktail sperimentali sugli uomini, ma le aspettative per risultati positivi vengono dal fatto che somministrando le stesse combinazioni di sostanze anche ad altri animali si riusciva ad ottenere risultati analoghi.

“Se riusciamo a trovare un modo per allungare la vita e ritardare l’invecchiamento nelle persone, possiamo contrastare gli effetti nocivi di una popolazione che invecchia – spiega il biochimico Jan Gruber del Yale-NUS College, principale autore dello studio – non solo vogliamo avere vite più lunghe, ma anche di trascorrere quegli anni in più in salute, liberi da malattie legate all’età come l’artrite, le malattie cardiovascolari, il cancro o il morbo di Alzheimer”.

 

Fonti:
https://www.yale-nus.edu.sg/newsroom/yale-nus-researchers-discover-drug-cocktail-that-increases-lifespan/
https://www.cell.com/developmental-cell/fulltext/S1534-5807(18)30699-3?_returnURL=https%3A%2F%2Flinkinghub.elsevier.com%2Fretrieve%2Fpii%2FS1534580718306993%3Fshowall%3Dtrue
The following two tabs change content below.

Redazione Sanifutura

Redazione

Ultimi post di Redazione Sanifutura (vedi tutti)