Ecco perché è necessario smettere di lavare i piatti a mano

0
6.787 views
Ecco perché è necessario smettere di lavare i piatti a mano

Le moderne lavastoviglie sono più veloci, più igieniche e migliori per l’ambiente rispetto al lavare i piatti a mano. Per non parlare del notevole risparmio di acqua e energia. Ecco perché dovresti lasciar fare questo lavoro alla tua lavastoviglie.

È un tratto caratteristico dell’uomo presumere che, indipendentemente dagli avanzamenti della tecnologia, le macchine non saranno mai in grado di sostituire le nostre capacità.

Prendete come esempio il lavare i piatti: la prima lavastoviglie è stata realizzata nel 1850 ma, a distanza di oltre 150 anni, molti di noi lavano ancora le stoviglie a mano o almeno le passano sotto l’acqua prima di metterle nella lavastoviglie.

Tuttavia, secondo recenti statistiche, le moderne lavapiatti sono ufficialmente più veloci, più igieniche e migliori per l’ambiente rispetto a quanto potremmo esserlo noi. Quindi forse è finalmente giunto il momento di cedere il posto alle lavastoviglie!

Lavare a mano è meglio: un mito da sfatare

Prevale ancora il mito che lavare a mano i piatti sia più igienico e migliore per l’ambiente. In particolare se si riesce a lavare tutti i piatti, le posate e le pentole utilizzando un solo lavandino pieno d’acqua.

Le ricerche dimostrano che non è più così. Le lavastoviglie sono più economiche da gestire e molto più efficienti dal punto di vista energetico e di consumo d’acqua.

Anche se possibile, utilizzare meno acqua e corrente lavando i piatti a mano rispetto che in lavastoviglie è estremamente improbabileafferma Jonah Schein, coordinatore tecnico per le case e gli edifici del programma WaterSense dell’Agenzia per la protezione ambientale, riferendosi alle lavastoviglie certificate Energy Star.

Per lavare la stessa quantità di piatti che possono essere contenuti in un singolo carico di una lavastoviglie di dimensioni standard e utilizzare meno acqua, è necessario essere in grado di lavare otto coperti in meno di due minuti“, aggiunge.

Prelavaggio: sì o no?

Constatato che è difficile usare meno acqua di una macchina, sorge spontanea la domanda: è necessario passare i piatti sotto l’acqua prima di caricarli nella lavastoviglie?

“Sfortunatamente no” secondo Steven Nadel, direttore esecutivo dell’American Council per un’economia efficiente dal punto di vista energetico. In effetti, se hai una moderna lavastoviglie, è assolutamente inutile fare qualsiasi cosa se non grattare via gli scarti di cibo dai piatti.
Le moderne lavastoviglie hanno un sensore che consente di capire quanto i piatti sono sporchi e di conseguenza in che modo lavarli. Le stoviglie saranno pulite”.

I nuovi sistemi di lavaggio possono anche spruzzare un getto controllato di acqua che può raggiungere i 60°C, anche se gli esperti raccomandano di rimanere intorno ai 48°C.

Infatti, prelavare i piatti – stando ai dati del Rapporto dei Consumatori – comporterebbe uno spreco di oltre 22.000 litri di acqua all’anno.

Un risparmio di tempo e risorse

Non sei ancora convinto che la lavastoviglie possa lavare i piatti meglio di te? Ecco alcuni dati molto convincenti in merito:

Lavare i piatti con il programma Energy Star, oltre ad un risparmio energetico e di acqua, consente di farti risparmiare 230 ore, l’equivalente circa di 10 anni, ogni anno.

Allora, cosa hai intenzione di fare con tutto il tempo che si è appena liberato?

Fonti:
https://www.consumerreports.org/dishwashers/how-to-load-a-dishwasher/
https://www.washingtonpost.com/gdpr-consent/?destination=%2fnews%2fenergy-environment%2fwp%2f2015%2f05%2f05%2fwhy-you-shouldnt-wash-your-dishes-by-hand%2f%3fhpid%3dz4&hpid=z4
https://smarterhouse.org/dishwashing/energy-saving-tips
The following two tabs change content below.
45 Condivisioni