Lo zucchero è importante per il nostro corpo ma in piccole dosi.

0
1.448 views
Il consumo eccessivo di zucchero può essere devastante per la nostra salute

Lo zucchero rende deliziosi tutti questi alimenti ed è anche un’importante fonte di energia per i nostri corpi perchè lo usiamo quando facciamo attività ed è la fonte primaria di carburante per il nostro cervello. Ne abbiamo bisogno. Il problema è che molti di noi mangiano troppo zucchero. E lo mangiano nella sua forma più lavorata.

Troppo zucchero fa male

L’eccesso di zucchero nella nostra dieta aumenta i rischi di condizioni di salute come obesità, insulino-resistenza, diabete, aterosclerosi, colesterolo alto e ipertensione.
Aumenta anche significativamente i rischi di morte prematura per malattie cardiache.

 

Come il nostro corpo digerisce lo zucchero

I nostri corpi sono progettati per digerire lo zucchero nella sua forma naturale che si trova nella frutta, nella verdura e nei cereali integrali. In questi alimenti le molecole di zucchero semplici sono unite insieme in una catena.
Il nostro intestino tenue non può assorbire zucchero sotto forma di una catena di carboidrati (comunemente noto come amido), quindi questi alimenti vengono lentamente decomposti : è come prendere un lungo treno e rimuovere un vagone alla volta.
Quando mangiamo zucchero nella sua forma più semplice, come il saccarosio (una combinazione di una molecola di glucosio e fruttosio), non vi è alcuna catena da smontare e “un’ondata di zucchero” viene rilasciata nel sangue tutto in una volta: una vera e propria scarica di energia.
L’insulina viene quindi rilasciata per trasportare il glucosio nei nostri muscoli, nel fegato e agli altri organi per essere conservati per un uso successivo.
Questo crea un picco di glucosio che può farci sentire stanchi e affamati, portandoci a mangiare più calorie di quelle di cui abbiamo realmente bisogno, il che a sua volta potrebbe aumentare il rischio di obesità.

 

Insulino-resistenza alle malattie cardiache

Ci sono molti altri modi in cui una dieta ad alto contenuto di zucchero influisce negativamente sulla nostra salute.
Dato che nel nostro corpo ci sono riserve limitate di glucosio, ogni extra viene convertito in grasso. Alcuni di questi grassi circolano nel nostro sangue e interferiscono con il lavoro dell’insulina portando ad ulteriori aumenti dei livelli di glucosio nel sangue.
Se si continua così per anni, l’insulina inizia a perdere la sua efficacia e il livello di glucosio nel sangue inizia a salire, dando luogo a quella che viene chiamata insulino-resistenza e successivamente diabete, un altro fattore di rischio per le malattie cardiache.
Quando il glucosio in eccesso circola nei vasi sanguigni, inizia ad indebolire le pareti delle arterie il che può portare alla formazione di aterosclerosi.

 

Il caso: lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio

Negli anni ’60 e ’70 gli studi hanno iniziato a dimostrare che il grasso alimentare era associato ad un aumento della cardiopatia. Ciò ha portato alle prime linee guida dietetiche per gli americani nel 1980, che hanno preso di mira il grasso nella dieta.
Quasi immediatamente, c’è stata una proliferazione di prodotti a basso contenuto di grassi creati dall’industria alimentare che hanno portato ad una diminuzione dell’assunzione di grassi ma a un maggiore consumo di zuccheri aggiunti negli Stati Uniti. Per tutto il tempo, l‘obesità è aumentata.
In Canada i tassi di obesità negli adulti sono triplicati, dal 6,1% nel 1985 al 18,3% nel 2011.
Allo stesso tempo, lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio (HFCS) cominciò a essere introdotto negli alimenti come dolcificante, dato che era a buon mercato.

Nel 2004, i canadesi consumavano in media 110 grammi di zucchero al giorno – l’equivalente di 26 cucchiaini da tè – che rappresentano circa il 21% dell’apporto calorico giornaliero, derivante da alimenti trasformati, il che significa che i canadesi stanno mangiando più di 30 chili di zucchero aggiunto all’anno da alimenti che non hanno valore nutrizionale.
Negli Stati Uniti, questi zuccheri aggiunti rappresentano il 14% dell’apporto calorico giornaliero negli adulti e nei bambini oltre i sei anni. Entrambe le quantità superano il massimo del 10 percento raccomandato dall’Organizzazione mondiale della sanità.

 

Glucosio o Fruttosio?

A differenza del glucosio, il fruttosio viene metabolizzato dal fegato, indipendentemente dall’insulina. In uno studio randomizzato, elevate assunzioni di HFCS sono state associate ad un aumento della deposizione di grasso viscerale (grasso interno-addominale che risiede sotto la parete del muscolo dello stomaco e si trova intorno agli organi addominali) rispetto al glucosio.
L’accumulo di grasso viscerale può portare all’insulino resistenza, aumento dei livelli di colesterolo nel sangue e ipertensione – tutti i principali fattori di rischio per le malattie cardiache.

 

Una mossa globale per tassare lo zucchero

Dato che il consumo di zuccheri trasformati è aumentato nelle popolazioni di tutto il mondo, sarà difficile invertire questa tendenza. Tuttavia, un certo numero di governi ha iniziato a reagire.
Il metodo più comune utilizzato fino ad oggi è l’imposizione di una tassa sulle bevande zuccherate (SSB) come bibite gassate e bevande sportive.

 

Conclusione

Considerato quanto lo zucchero sia presente nella nostra catena alimentare e nelle nostre diete sarà difficile cambiare la situazione ma dovremmo avere una maggiore consapevolezza sui danni che lo zucchero può causare alla nostra salute.

 

Fonti:
https://jamanetwork.com/journals/jamainternalmedicine/fullarticle/1819573
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2862460/
http://circres.ahajournals.org/content/81/3/363.long
https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0925443913002718
https://www.cnpp.usda.gov/dietary-guidelines-1980
https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0002934396004561
http://cmajopen.ca/content/2/1/E18.full
https://academic.oup.com/ajcn/article/79/4/537/4690128
http://www.cmaj.ca/content/189/26/E881
The following two tabs change content below.
Avatar

Redazione Sanifutura

Redazione
18 Condivisioni