Micoterapia: Polyporus Umbellatus, il fungo che sgonfia e drena

Micoterapia: Polyporus Umbellatus, il fungo che sgonfia e drena

Credit photo: wikipedia

Il Polyporus Umbellatus è il fungo che sgonfia e drena. Chiamato anche Grifola Umbellata, è un fungo saprofita dall’aspetto fragile e delicato.

Non è molto comune e si può trovare nelle foreste di latifoglie e di conifere, nelle zone temperate dell’Asia Settentrionale, in Nord Europa ed in America del Nord.

Il polyporus in MTC (Medicina Tradizionale Cinese), agisce sulle logge di Terra e Metallo, i cui organi corrispondenti sono: Stomaco-Milza-Pancreas e Polmoni-Intestino Crasso.

Il fungo che rimuove l’umidità

Ha un ruolo fondamentale nella rimozione dell’umidità accumulata nei tessuti organici e causata da un alterato metabolismo dei nutrienti. Questo stato di eccessiva umidità interna, creata da un’alterata digestione ed assimilazione, o da anomalie, nel processo di trasformazione metabolica di milza e pancreas, si ripercuotono sul polmone, provocando eccesso di muco, ed anche sull’intestino crasso con i relativi effetti, aumentando peraltro il carico tossinico.

L’umidità rappresenta una condizione di viscosità e ristagno dei liquidi corporei, che successivamente può sfociare in patologie metaboliche, degenerative, oncologiche, in allergie, fibromialgie, edemi e gonfiori.

Diuretico naturale

Viene considerato un importante diuretico naturale. Il fungo aumenta la produzione di urina e stimola la escrezione di sodio e cloro, senza però che vi sia perdita di potassio, come avviene invece con i normali diuretici.

Ciò è molto importante, poiché il potassio protegge i muscoli ed i nervi. È in grado quindi di ridurre la ritenzione idrica e la stasi linfatica, sgonfiando ed eliminando gli stati edematosi. È però sconsigliato quando vi è insufficienza renale, proprio perché aumenta il carico di lavoro sui reni che sono in deficit energetico.

Le componenti bio-attive della grifola umbellata

Le componenti bio-attive sono:

  • Ergosterina
  • Acido-Alfa-Idrossi-Tetra-Eicosanoico
  • Biotina
  • Polisaccaridi e Polipeptidi
  • Calcio, Potassio, Ferro e Zinco

Le azioni del fungo

Sono stati isolati sette composti Triterpenici con importanti attività antiossidanti. L’azione primaria più esplicativa è quella diuretica, ma studi fitochimici hanno evidenziato un ampio spettro di qualità farmacologiche tra cui l’azione nefroprotettiva, immuno-stimolante, antinfiammatoria.

Esplica altresì, un’azione molto efficace come supporto alle terapie nei casi di:  

  • perdite vaginali,
  • disfunzioni metaboliche con ritenzioni,
  • gonfiori in gravidanza,
  • diarree,
  • ristagni linfatici,
  • ed in tutte quelle situazioni infiammatorie che richiamano liquidi nei tessuti.

La sua funzione sul sistema linfatico lo rende particolarmente efficace, associato all’ABM, sia nel trattamento di supporto delle malattie emo-linfo-proliferative, che nei casi di intossicazione organica, poiché velocizza la rimozione delle tossine.

Alla luce di queste considerazioni, supportate da studi e ricerche, possiamo ritenere il polyporus un validissimo rimedio naturale per sgonfiare e drenare i ristagni, preservando la tonicità muscolare.

Fonti:
Manuali informativi e di Ricerca Micotherapy
AVD REFORM