Omega-3: i benefici per l’organismo e come integrarlo nella dieta

Omega-3: i benefici per l’organismo e come integrarlo nella dieta

 

Gli Omega-3 svolgono un ruolo fondamentale per la salute umana nel migliorare il benessere fisico e mentale, ridurre stati infiammatori e anche nella regolazione di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

I principali benefici degli Omega-3:

  • migliorano il benessere fisico e mentale;
  • riducono lo stato infiammatorio dell’organismo;
  • supportano la crescita del bambino;
  • facilitano il recupero dell’attività sportiva;
  • diminuiscono il rischio cardiovascolare;
  • combattono l’invecchiamento di pelle e capelli;
  • favoriscono le capacità di concentrazione e di memoria;
  • aiutano la regolazione dei livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

Gli Omega-3 sono acidi grassi essenziali. Questa definizione indica che, anche se si tratta di sostanze indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo e il suo mantenimento in salute, non possono essere sintetizzati dalle cellule umane.

L’unico modo per garantire all’organismo di avere a disposizione gli Omega-3 di cui ha bisogno è introdurli con la dieta.

Quali Omega-3 possono essere introdotti attraverso la dieta?

Gli acidi grassi Omega-3 che possono essere introdotti con l’alimentazione sono 3:

  • acido alfa-linolenico (ALA)
  • acido eicosapentaenoico (EPA)
  • acido docosaesaenoico (DHA)

Mentre il primo è di origine vegetale, l’EPA e il DHA si trovano nei pesci d’acqua salata e nelle microalghe.

Proprio gli n-3 HUFA sono le forme di Omega-3 meglio utilizzate dall’organismo umano e più importanti dal punto di vista clinico. Essi possono ridurre i fenomeni infiammatori nonché diminuire il rischio di sviluppare malattie croniche, come disturbi cardiocircolatori e artrite.

EPA e DHA sono presenti in alte concentrazioni nel cervello, dove svolgono un ruolo molto importante per garantire le funzioni cognitive e regolare i comportamenti.

Un aiuto dalla dieta mediterranea

La soluzione ideale per garantire l’introduzione della corretta proporzione di Omega-3 e Omega-6 sembra essere la dieta mediterranea. In effetti molti studi hanno rilevato che chi segue questo tipo di alimentazione è meno soggetto allo sviluppo di malattie cardiache.

Via libera dunque a verdure, pesce e frutti di mare, frutta, legumi, cereali integrali, olio extravergine d’oliva e al consumo moderato di vino.

 

Fonte:

https://www.omegor.com

The following two tabs change content below.