Problemi di udito: cause, sintomi e rimedi

0
4.107 views
Problemi di udito: cause, sintomi e rimedi

I problemi di udito sono un disturbo comune che non va sottovalutato. Se non trattati, infatti, possono peggiorare in modo graduale fino alla sordità. Apparecchi acustici, impianti cocleari, medicinali o intervento chirurgico sono solo alcuni dei possibili trattamenti su cui confrontarsi con il proprio medico o specialista.

Sono molte le persone a soffrire di problemi di udito, che molto spesso vedono così compromessa la propria quotidianità. È frustrante non poter godere appieno i momenti tra amici e familiari o le conversazioni tra colleghi. Non solo la perdita di udito è un problema fisico, ma è anche debilitante da un punto di vista psicologico.

Ipoacusia: le cause  

La maggior parte dei problemi di udito sono legati al progressivo avanzamento dell’età.

Circa una persona su tre oltre i 65 anni (più del 40% delle persone) soffre, infatti, di ipoacusia. Un disturbo che può aumentare fino al 90% nelle persone con più di 80 anni.

L’ipoacusia è una riduzione della capacità di percezione uditiva per cui si percepiscono ancora i suoni, ma in misura inferiore rispetto alla situazione di normudenza.

La perdita dell’udito può nello specifico essere dovuta a:

  • danni all’orecchio interno o al nervo uditivo, che si tratta in genere di condizioni permanenti,
  • impedimenti fisici per le onde sonore, che non riescono più a raggiungere l’orecchio interno (accumulo di cerume, fluidi o altro).


Nella maggior parte dei casi il
disturbo si verifica in modo uguale su entrambe le orecchie.

Altre cause possono essere:

  • malattie infettive, come otiti e meningiti,
  • patologie concomitanti e farmaci, come pressione alta o diabete
  • traumi,
  • disturbi ereditari,
  • esposizione prolungata a suoni e rumori forti.

Sintomi

Il calo dell’udito può sorgere in diversi modi. Ci sono però alcuni segnali specifici che aiutano a capire se si ha un deficit uditivo:

  • Udito ovattato: si percepiscono alcuni suoni in modo ovattato, non cristallino. L’intensità del suono percepito è ridotta. Una delle cause possibili è la presenza di un tappo di cerume nell’orecchio.
  • Abbassamento dell’udito: si sente il bisogno di alzare il volume della televisione, della radio e del telefono. Si fa fatica a capire le parole e a seguire le conversazioni, quindi si chiede spesso agli altri di parlare più lentamente,in modo chiaro e ad alta voce.
  • Sordità improvvisa: è una patologia “brusca” che si verifica in un periodo di tempo non superiore alle 12 ore. Consiste in un abbassamento dell’udito in un orecchio ed è accompagnato da un senso di vertigine.
  • Allucinazioni uditive: si percepiscono suoni senza che vi sia uno stimolo uditivo.

Altri sintomi non sempre presenti sono la sensazione di mancanza di equilibrio e un senso di pressione all’interno dell’orecchio.

Diagnosi

Sentire il parere del proprio medico è il primo passo per comprendere la natura e la gravità del disturbo.

Dopo un colloquio approfondito sulla storia clinica del paziente e dei familiari, il medico procede con l’esame delle orecchie e con dei test valutativi.

Se ritenuto opportuno, il paziente potrà fare una visita specialistica per meglio mettere in luce le cause dell’ipoacusia e il livello di gravità del problema.

Otoscopia

Attraverso questo esame si verifica la membrana timpanica sia il canale uditivo esterno per capire se si è in presenza di un’ostruzione (cerume, corpo estraneo) o di un’infezione all’orecchio medio o a livello del condotto uditivo.

Rimedi all’ipoacusia

L’acquisto di un apparecchio acustico rappresenta spesso la soluzione migliore per risolvere un problema di perdita uditiva. In ogni caso, una terapia tempestiva aumenta la possibilità del recupero del paziente.

A seconda delle cause e delle forme di perdita d’udito:

  • le infezioni possono essere trattate con antibiotici,
  • le membrane timpaniche perforate possono essere riparate con la chirurgia,
  • i condotti uditivi otturati possono essere riaperti o puliti ambulatorialmente,

Gli apparecchi acustici

Spesso il calo dell’udito può essere compensato totalmente o parzialmente con un apparecchio acustico.

Si tratta di un dispositivo che migliora la capacità uditiva amplificando il suono percepito: distinguendo il rumore di fondo (come il traffico) dal rumore in primo piano (come una conversazione).

Diversi i modelli in commercio per dimensioni e modalità di applicazione:

  • alcuni apparecchi di piccole dimensioni vengono applicati direttamente all’interno del canale uditivo (apparecchi acustici endoauricolari),
  • mentre altri, esterni, si adattano parzialmente al condotto (apparecchi acustici retroauricolari).

 

The following two tabs change content below.
10 Condivisioni