Sì ai formaggi per prevenire il diabete di tipo due

0
412 views
Sì ai formaggi per prevenire il diabete di tipo due

Molte persone credono che i latticini a basso contenuto di grassi siano più salutari dei latticini ad alto contenuto di grassi.

In effetti, molte linee guida sulla salute raccomandano prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi rispetto ai latticini ad alto contenuto di grassi.

Tuttavia, una recente ricerca ha rilevato che le persone che avevano livelli più alti di biomarcatori di grasso da latte avevano un rischio più basso di sviluppare il diabete di tipo 2.

I latticini contengono calcio e altri nutrienti che sono importanti per la nostra salute, ma sono spesso ricchi di grassi saturi – che sono considerati nocivi per la salute cardiovascolare.

Sebbene i produttori di alimenti abbiano creato molti latticini a basso contenuto di grassi, come yogurt e bevande al latte aromatizzato, spesso hanno molto zucchero aggiunto. Lo zucchero, ovviamente, è anche un male per la nostra salute.

Quindi quali prodotti lattiero-caseari dovremmo scegliere: alto contenuto di grassi o basso contenuto di grassi?

Gli studi sul consumo di latticini hanno riportato risultati contrastanti. Le recenti evidenze non mostrano chiare differenze tra latticini ad alto contenuto di grassi e a basso contenuto di grassi in termini di rischio di sviluppare diabete di tipo 2 o malattie cardiovascolari.

Tuttavia, la maggior parte degli studi si è basata su auto-segnalazioni sul consumo alimentare da parte dei partecipanti allo studio, notoriamente inaffidabili perché spesso le persone giudicano male quanto hanno mangiato. Con il consumo di latticini, ad esempio, i partecipanti potrebbero non riuscire a segnalare prodotti da forno, come torte e torte salate, che contengono latticini.

Formaggi e diabete di tipo 2: una misurazione oggettiva

Alcuni scienziati hanno dimostrato che alcuni tipi di grasso nel nostro tessuto corporeo riflettono il consumo di grassi da latte. Questi biomarcatori sono più affidabili delle auto-segnalazioni sul consumo di latticini.

Usando questo metodo in un paio di studi e una revisione sistematica, non è stato trovato alcun legame tra il consumo di grassi da latte e un più alto rischio di malattie cardiache.
È stata inoltre trovata un’associazione inversa tra biomarcatori di grasso da latte e rischio di diabete di tipo 2. In altre parole, più biomarcatori di grasso da latte si trovano nel sangue di una persona, minore è il rischio di contrarre il diabete di tipo 2.

Per produrre prove più definitive, è stato condotto uno studio globale che includeva dati su quasi 64.000 adulti di 16 paesi. Sono stati così valutati i biomarcatori esaminati in precedenza.

I risultati

I risultati ottenuti hanno supportato ulteriormente l’evidenza che concentrazioni più elevate dei biomarcatori di grasso da latte sono associate a un minor rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Limitazioni dello studio

Come con tutti gli studi, ci sono dei limiti. I biomarcatori non distinguono diversi tipi di prodotti lattiero-caseari, come latte, formaggio e yogurt. Inoltre, i risultati sono frutto di una ricerca svolta per lo più su popolazioni degli Stati Uniti e Europa – le prove per altre popolazioni rimangono limitate.

Nonostante i limiti, questa ricerca evidenzia come una valutazione obiettiva usando i biomarcatori può aiutare ad aumentare la comprensione tra consumo di latticini e rischi per la salute.

C’è ancora molto lavoro da fare per comprendere gli effetti complessivi dei prodotti caseari, oltre al loro contenuto di grassi.

Fonti:
https://journals.plos.org/plosmedicine/article?id=10.1371/journal.pmed.1002670
https://academic.oup.com/ajcn/article/68/2/291/4648732
https://academic.oup.com/ajcn/article-abstract/108/3/476/5052139?redirectedFrom=fulltext
https://www.ahajournals.org/doi/10.1161/JAHA.113.000092
http://annals.org/aim/article-abstract/1846638/association-dietary-circulating-supplement-fatty-acids-coronary-risk-systematic-review
https://www.thelancet.com/journals/landia/article/PIIS2213-8587(14)70146-9/fulltext
https://academic.oup.com/eurheartj/article/37/13/1079/2398446
The following two tabs change content below.
4 Condivisioni