Sindrome dell’occhio secco: a rischio chi sta troppo al pc

1
3.114 views
Sindrome dell’occhio secco: a rischio chi sta troppo al pc

Passi molte ore davanti al computer e senti gli occhi stanchi e secchi? Potresti soffrire della sindrome dell’occhio secco. Che cos’è? Come si può curare? Un aiuto da colliri, gocce oculari lenitive e altri rimedi naturali.

Uno studio condotto dall’Università Keio (Tokio), pubblicato sulla rivista Jama Ophthalmology, ha chiarito perché stare molte ore davanti al computer renda gli occhi secchi.

Sindrome dell’occhio secco, una ricerca

I ricercatori hanno analizzato la situazione e lo stato di salute di 100 candidati che lavorano tutto il giorno al computer. Hanno così notato che queste persone hanno la tendenza ad aprire di più gli occhi e a sbattere meno le palpebre rispetto a chi non lavora al pc.

La conseguenza di questo comportamento è una riduzione dell’idratazione dell’occhio e della lacrimazione, e dunque una maggiore secchezza oculare. Sbattendo meno le palpebre, non lubrificano correttamente gli occhi.

Questo fenomeno è meglio conosciuto come sindrome dell’occhio secco, una patologia che può portare persino ad offuscare la vista. Non si tratta di un semplice fastidio agli occhi, ma è la stessa superficie dell’occhio che si modifica.

Se non si interviene per tempo, il bruciore persistente causato dalla mancata idratazione dell’occhio può portare a lesioni della superficie della cornea.

Il 7% degli uomini e il 14% delle donne partecipanti allo studio soffrono della patologia dell’occhio secco.

Cosa fare in caso di occhi secchi

In caso di occhi secchi, rossi o irritati la prima cosa da fare è rivolgersi al proprio oculista. Infatti, la sindrome dell’occhio secco se non trattata correttamente, può influenzare in modo negativo la vita di tutti i giorni.

A seconda dell’origine e della gravità della secchezza oculare, l’oculista potrà prescrivere l’uso di lacrime artificiali o di colliri e gocce rinfrescanti e lenitive. Questi, infatti, sono indicati quando gli occhi sono stanchi e affaticati perché aiutano a idratarli e a donare loro freschezza.

Rimedi naturali contro la sindrome dell’occhio secco

Per prevenire e curare i disturbi degli occhi secchi è importante idratare correttamente l’organismo (almeno due litri di acqua al giorno) e seguire una dieta bilanciata e ricca di omega-3.

Non solo, è molto utile fare delle pause – almeno 5 minuti ogni mezz’ora – per far riposare gli occhi, guardando fuori dalla finestra o verso un punto lontano.

Anche gli impacchi a base di amamelide, camomilla e eufrasia, note per le loro proprietà lenitive, aiutano a rilassare e a idratare gli occhi secchi.

Quattro consigli da seguire in ufficio

  • Fai una pausa di 5 minuti ogni mezz’ora di esposizione al monitor del pc.
  • Evita i riflessi del monitor. Posizionarlo in modo che non rifletta la luce esterna.
  • Colloca il monitor a una distanza tra i 50 e i 60 centimetri dal viso.
  • Assicurarti che l’ambiente di lavoro sia ben illuminato e che la luce del monitor non sia più forte di quella circostante.
Fonti per approfondimento:

Alteration of tear mucin 5AC in office workers using visual display terminals

Centro Italiano Occhio Secco

The following two tabs change content below.
32 Condivisioni

1 commento

Comments are closed.