fbpx
Over 50

Come guarire le ferite e combattere i batteri con la propoli

Come guarire le ferite e combattere i batteri con la propoli

La propoli, un rimedio antico dai numerosi benefici per salute

Cos’è la propoli ?

Sapete che il miele non è l’unica cosa che producono le api? Le api infatti producono anche la propoli dalla linfa di piante aghifoglie o di sempreverdi.

Combinano la linfa con un liquido che secernono e cera d’api per creare un prodotto marrone verdastro usato per costruire le loro arnie. Questa è la propoli.

Migliaia di anni fa le popolazioni antiche usavano la propoli come medicinale. I greci la usavano per trattare gli ascessi. Gli egiziani la usavano per imbalsamare le mummie.

La composizione della propoli può variare a seconda del posto e degli alberi o fiori che trovano. Per esempio la propoli che viene prodotta in Europa non ha gli stessi componenti chimici di quella brasiliana. Questo può rendere più difficile ai ricercatori arrivare ad una conclusione sui suoi reali benefici per la salute.

Componenti curativi della propoli

I ricercatori hanno identificato più di 300 componenti nella propoli. La maggior parte di questi sono sottoforma di polifenoli, che sono antiossidanti che combattono malattie e danni al nostro organismo.

In modo specifico la propoli contiene polifenoli chiamati flavonoidi. I flavonoidi vengono prodotti dalle piante come forma di difesa. Sono comunemente trovati in alcuni cibi che hanno proprietà antiossidanti tra cui:

  • Frutta
  • Tè verde
  • Verdura
  • Vino rosso

Cosa dicono i ricercatori

Si pensa che la propoli abbia un’azione antibatterica e antinfiammatoria. Ma le ricerche scientifiche in questo senso sono limitate. I ricercatori non sono sicuri del motivo per cui questo prodotto protegga da funghi, virus e batteri.

Ferite

Un componente della propoli chiamato pinocembrina ha azione antimicotica. Le proprietà antinfiammatorie e antibatteriche fanno della propoli un valido aiuto nella guarigione delle ferite. Uno studio ha evidenziato come questa sostanza possa favorire una più rapida guarigione delle bruciature accelerando la crescita di nuove cellule sane.

Un altro studio ha trovato che l’uso topico dell’estratto alcolico della propoli è più efficace di una crema steroidea nel ridurre i mastociti nelle ferite da chirurgia orale. I mastociti sono associati all’infiammazione e rallentano la guarigione delle ferite.

Herpes labiale e genitale

Unguenti al 3% in propoli possono facilitare una guarigione più veloce e ridurre i sintomi dell’herpes labiale e genitaleUno studio ha dimostrato che applicando questo unguento per tre giorni si ha una guarigione più rapida dell’herpes labiale rispetto a non mettere nulla. I ricercatori hanno visto che la crema non solo riduceva la quantità di virus herpetico presente nel corpo ma lo  proteggeva anche da prossime ricadute.

Cancro

Si pensa che la propoli possa avere un ruolo nel trattamento di certi tipi di tumori. Da uno studio, degli effetti anti cancerosi della sostanza si notano:

  • Blocco della moltiplicazione delle cellule cancerose
  • Riduzione della possibilità delle cellule di diventare cellule cancerose
  • Blocco della comunicazione tra cellule tumorali

Lo studio suggerisce anche che la propoli potrebbe essere una terapia complementare – ma non un trattamento unico – per il cancro.

Un altro studio sulla propoli cinese ha dimostrato come questa sarebbe di aiuto come terapia complementare nel tumore al polmone per il suo effetto antitumorale su questo tipo di cellule.

Problemi di sicurezza

Non ci sono evidenze per dire se la propoli è un prodotto più o meno sicuro, ma non è di certo ad alto rischio. Le persone assumono anche un piccolo quantitativo di propoli quando mangiano il miele. Certo che se una persona ha un’allergia al miele o alle api potrebbe avere delle reazioni alla propoli. Inoltre la propoli usata per lungo tempo potrebbe scatenare reazioni allergiche.

Gli apicoltori sono quelli che più facilmente potrebbero sviluppare allergie alla propoli poiché ne vengono spessissimo in contatto. La reazione allergica più comune è data da eczema. Se si soffre di allergie o asma sarebbe bene chiedere al proprio medico prima di assumerla.

Fonti:

Le immagini pubblicate nel sito sono tratte da Google Image e Pexels.com selezionando esclusivamente quelle per cui è indicato esplicitamente l'assenza di diritti o la solo richiesta di Credit. Per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio (nessun contrassegno del copyright) e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all'indirizzo info@novalbit.com perché vengano immediatamente rimossi.

0 Condivisioni