fbpx
Alimentazione

Quali sono gli alimenti da evitare nel primo anno di età?

Il divezzamento è una tappa fondamentale del percorso alimentare del bambino nel primo anno di vita.

Durante questo percorso infatti c’è il passaggio da un’alimentazione esclusiva di latte materno ad un arricchimento di cibi diversi che hanno lo scopo di potenziare la crescita e la salute del bambino nei suoi primi 12 mesi di vita.

Quali sono però gli alimenti vietati durante il primo anno del bambino?

Ecco una lista dei cibi da evitare nei primi 12 mesi di vita del bebè.

Il Sale

È importante abituare il bambino al gusto reale del cibo, evitando di salare eccessivamente gli alimenti. Questo non solo consente uno sviluppo sano del piccolo evitando un inutile sovraccarico di lavoro per i reni, ma permette anche di abituare il bimbo ad un’alimentazione naturale, imparando a conoscere i vari sapori naturali dei cibi.

Lo Zucchero, i Succhi di frutta e le Bevande gassate

Per lo zucchero è valido lo stesso discorso. Lo zucchero infatti snatura il gusto reale del cibo, inoltre predispone al sovrappeso, riduce il senso di fame, impedendo al bambino di mangiare cibi più nutrienti.

Infine è causa dell’innalzamento non controllato dell’indice glicemico, che è tra le principali cause di cattive abitudini alimentari, carie e altre patologie. Anche i succhi di frutta e le bibite gassate vanno eliminate per la presenza degli zuccheri aggiunti.

Il Latte vaccino

A causa della povertà di vitamine, grassi e ferro e troppo ricco di proteine rispetto alle esigenze del bambino di meno di 12 mesi.

Il Miele

Anche il miele andrebbe evitato per l’elevato rischio di botulino infantile, che consiste nell’ingestione di spore di Clostridium botulinum, un batterio molto pericoloso che sotto l’anno di età il bambino non è in grado di debellare in modo naturale e che potrebbe costargli la vita.

La Panna ed il Burro

Sono infatti alimenti ricchi di grassi saturi. Alternative più salutari nel primo anno di età possono essere i derivati dell’olio extravergine d’oliva, del latte e dei formaggi che conferiscono altre importanti valori nutrizionali.

 

Fonti:

WHO. Feeding and nutrition of infants and young children. Who Regional Publications, European Series N° 87, 2003

WHO. Guiding principles for complementary feeding of the breastfed child. Pan American Health Organization, 2003

WHO. Strategia Globale per l’Alimentazione dei Neonati e dei Bambini, 2003

Le immagini pubblicate nel sito sono tratte da Google Image e Pexels.com selezionando esclusivamente quelle per cui è indicato esplicitamente l'assenza di diritti o la solo richiesta di Credit. Per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio (nessun contrassegno del copyright) e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all'indirizzo info@novalbit.com perché vengano immediatamente rimossi.

0 Condivisioni