L’azione della micoterapia sui processi di guarigione

L’azione della micoterapia sui processi di guarigione

La micoterapia è “l’utilizzo dei funghi medicinali, intesi come alimenti nutraceutici per modulare il sistema immunitario, con azioni terapeutiche specifiche di riequilibrio metabolico”.

Micoterapia: origini e azione terapeutica

Fin dall’antichità gli Imperatori delle dinastie Cinesi e Giapponesi avevano l’abitudine di sorseggiare tisane e decotti contenenti funghi come tonici al fine di aumentare le forze energetiche, nonché la concentrazione e la memoria.

La prima notizia scritta in relazione agli effetti terapeutici dei funghi si ebbe da una fonte (materia medica) del 250 a.c. da cui si dedusse che la micoterapia venne inserita come rimedio estremamente efficace da utilizzare nella MTC ovvero Medicinale Tradizionale Cinese.

Funghi medicinali: benefici e proprietà medicamentose

La ricerca moderna ha dimostrato che le specie di funghi cinesi e giapponesi, sono particolarmente ricche di composti aventi un’azione modulante e rinforzante del sistema immunitario offrendo numerosi benefici.

Sono stati identificati oltre 14.000 tipi diversi di funghi, ma solo 700 sono da considerarsi veramente importanti per le loro proprietà medicamentose.

Inoltre per utilizzare i funghi come alimento terapeutico, è consigliato di verificare che siano controllati, lavorati e certificati con lo Standard Europeo e il GMP (di buona fabbricazione), poiché ne garantiscono la qualità e la provenienza.

Ogni fungo ha una sua specificità, ma tutti agiscono in generale su:

  • riequilibrio del sistema immunitario
  • fluidificazione del sangue
  • detossificazione epatica
  • chelazione dei metalli pesanti
  • antagonizzazione  delle spinte anomale di crescita cellulare
  • ottimizzazione di chemio-radioterapia

I principali tipi di funghi ad azione terapeutica

I funghi attualmente più utilizzati a livello terapeutico sono:

AGARICUS BLAZEI MURRILLI, fungo che non ha origini orientali bensì brasiliane. Possiede altissime concentrazioni di polisaccaridi, quindi risulta eccezionale nella stimolazione del sistema immunitario.

AURICULARIA–AURICULA-JUDAE, fungo parassita del legno con ottime capacità di supporto del sistema cardio-vascolare.

COPRINUS COMATUS, fungo “dell’inchiostro” favorente la riduzione della glicemia.

CORDYCEPS SINENSIS, nasce dalla larva di un lepidottero nel Tibet. Rinvigorente e con notevoli capacità di accrescere l’energia vitale.

CORIOLUS O TRAMETES VERSICOLOR, con spiccate azioni antivirali e antitumorali.

GANODERMA LUCIDUM O REIISHI, è considerato il fungo dell’immortalità e più efficace dello stesso ginseng.

GRIFOLA FRONDOSA, conosciuto come MAITAKE, utilizzato in caso di obesità e come supporto al sistema immunitario. Fungo molto prezioso.

HERICIUM ERINACEUS, da sempre usato in Cina per le problematiche gastro-enteriche e dell’apparato digerente.

LENTINULA EDODES o SHIITAKE, ricchissimo di fibre vegetali e benefico come antibatterico.

PLEUROTUS OSTREATUS, viene considerato un ottimo integratore nei casi di ipercolesterolemia.

POLYPORUS UMBELLATUS, fungo che in MTC viene usato in caso di stasi dei fluidi o come diuretico e disintossicante.

Micoterapia e prevenzione

L’azione sinergica di questi miceti, assunti per esempio attraverso alcuni composti in cui vengono miscelati gli estratti, è notevolmente benefica a livello preventivo e di sostegno durante le terapie o ancora di mantenimento di un equilibrio del sistema organico.

Risulta quindi interessante approfondire sia le caratteristiche organolettiche che le proprietà energizzanti di alcuni di essi, quelli maggiormente utilizzati in campo terapeutico, che verranno pertanto trattati nel prossimo redazionale al quale vi do appuntamento!

Fonti:

Istituto Micoterapico Internazionale

FreeLand Nutraceutica -immunonutrizione