Omeopatia: una terapia riconosciuta ed efficace

Omeopatia: una terapia riconosciuta ed efficace

L’omeopatia è una terapia riconosciuta ed efficace per i pazienti. Questo è quanto emerso da una ricerca condotta dall’Istituto di Investigazione Sociale e Analisi Statistiche in Germania (FORSA).

Cos’è l’omeopatia

L’omeopatia (termine che deriva dal greco ὅμοιος, òmoios, «simile» e πάθος, pàthos, «sofferenza») è una pratica di medicina alternativa per cui il rimedio per una determinata malattia sarebbe dato da quella sostanza che, in una persona sana, indurrebbe sintomi simili a quelli osservati nella persona malata.

Il primo a formulare i principi alla base della cura omeopatica è stato il medico tedesco Samuel Hahnemann, che nella prima metà dell’Ottocento ha scritto il libro Organon of medical art.

 

Omeopatia: una terapia complementare

Il 70% dei pazienti tedeschi intervistati ha detto di essere soddisfatto dell’efficacia e della tollerabilità delle terapie omeopatiche. Per molti di loro l’omeopatia è persino la prima scelta nella cura di patologie acute molto diffuse come:

  • vie respiratorie
  • sistema vascolare
  • disturbi gastrointestinali.

Altri invece, integrano l’omeopatia alle cure convenzionali come terapia complementare per curare riniti, raffreddori, influenze, dolori articolari o muscolari e allergie.

 

Omeopatia in Italia: alcuni numeri

Una crescita esponenziale quella delle terapie non convenzionali, come l’omeopatia, in Italia. I dati del Rapporto Italia 2017 di Eurispes parlano chiaro. Oltre un italiano su cinque, pari al 21,2% della popolazione, infatti, fa uso di medicine non convenzionali (la crescita rispetto al 2012 è del 6,7%).

 

Chi sceglie l’omeopatia

Secondo un’indagine Emg-Acqua, oltre la metà di coloro che scelgono l’omeopatia come terapia ha un’istruzione superiore e uno status socio-economico elevato. Il 9,6% delle donne intervistate ha dichiarato di aver utilizzato almeno un medicinale omeopatico in tre anni, mentre tra gli uomini la percentuale scende al 6,8% (dati Istat).

 

La fiducia nell’omeopatia

La fiducia verso l’omeopatia è cresciuta grazie al passaparola. Il 46,7% degli utilizzatori di farmaci omeopatici, infatti, ha dichiarato di essersi fidato del consiglio di amici e parenti, i quali una volta verificata la validità terapeutica del medicinale omeopatico, lo hanno consigliato.

 

Per approfondimenti:

Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopati » http://www.fiamo.it/

Ministero della Salute » http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?id=3616&area=farmaci&menu=med

 

The following two tabs change content below.